compila il form per informazioni e domande, il nostro team ti risponderà quanto prima.

    Top

    architettura reale migrata
    per luoghi lontani

    Il progetto per il padiglione Ferrero di Expo 2015 ha alla base una riflessione sul tema etico del RIUSO: dare valore al progetto significava considerarne anche un riutilizzo successivo e di fatto confrontarsi con un “dopo”. L’intera opera è stata pensata come un’installazione dalla doppia vita, un “sogno sognato” per suscitare meraviglia durante l’Esposizione e la proiezione di un’architettura reale che sarebbe migrata per luoghi lontani. I moduli strutturali infatti, interamente componibili, sono stati smontati dall’Expo 2015 e ricomposti in nuovi progetti architettonici in Africa.

    Totem Satellite

    Totale elementi: 7

    Sprech ha realizzato per conto di Ferrero l’intero progetto: il Padiglione Kinder+Sport, su un’area di 1500 mq e 7 elementi totemici Satellite (Pod), che svettavano lungo il pescoso del decumano. Al termine dell’Esposizione le strutture sono state smontate, portate negli stabilimenti di Martano (Le) e riadattate per diventare una scuola in un campo di rifugiati in Camerun e un’infermeria in Sudafrica.

    Strutture a progetto

    Elementi satellite e tensostruttura
    Padiglione Kinder-Sport
    Superficie totale coperta:
    1.500 mq

    Da Milano al continente africano attraverso due progetti di solidarietà